Il Presidente
URPEL
posta certificata
RSS
mappa del sito
suggerimenti
accesso facilitato
 
ISTITUZIONE
 
Consuntivo di mandato 2014-2016
 
Albo 
Pretorio on-line

 
Trasparenza, valutazione e merito

SEZIONI
SCELTI PER VOI
Comuni
 Scegli il tuo percorso
Provincia di Piacenza
Sei il visitatore n░ 7548146
IN PRIMO PIANO
Comunicato del 18/05/2017
Clicca per ingrandire l'immagine EMENDAMENTI AL DECRETO LEGGE N. 50, ROLLERI CHIEDE SOSTEGNO AI PARLAMENTARI PIACENTINI
La situazione finanziaria e organizzativa della Provincia Ŕ ormai insostenibile.


Proprio pochi giorni prima della "Giornata Nazionale di mobilitazione delle Province a difesa dei servizi e della sicurezza dei cittadini" in programma oggi, 18 maggio, organizzata da Upi per sostenere le richieste di modifica del Decreto Legge 50/2017 (decreto Enti locali), il Presidente Francesco Rolleri ha inviato una nota ai parlamentari della nostra provincia, chiedendo il loro sostegno.

"In questi anni il nostro Ente - scrive Rolleri - ha fatto tutto il possibile, sia sul fronte delle entrate che su quello delle spese, per far fronte ai continui e crescenti tagli di risorse imposti dal governo e dal parlamento. Ma ormai ogni residuo margine si è esaurito".

Nella nota viene messo in evidenza come non possano essere garantiti i servizi che la Legge affida alla Province - come viabilità e scuola - e come la situazione finanziaria e organizzativa per tutte le Province sia diventata ormai insostenibile.

Il 23 febbraio scorso la Corte dei Conti, intervenendo alla Commissione Bicamerale per il federalismo fiscale e nei giorni successivi, nel rapporto alle Camere sulla situazione dei bilanci delle Province, ha usato parole durissime quanto chiare ed efficaci per evidenziare la gravità della situazione e la conclamata violazione della costituzione che si è determinata a seguito delle disposizioni finanziarie e dei vincoli introdotti a carico dei nostri Enti. Negli stessi giorni il SOSE ha certificato gli squilibri fra risorse e fabbisogni delle Province (calcolati a costi standards). Lo squilibrio accertato, solo per la gestione corrente, è pari a 650 milioni per l'insieme degli Enti e a 6 milioni per la Provincia di Piacenza.

I richiami che la Corte dei Conti ha operato nelle Aule di Camera e Senato – scrive il Presidente Rolleri - sono caduti nel totale silenzio, come se il governo e il Parlamento non avessero ritenuto necessario di doversi prendere carico dei problemi sollevati anche dalla magistratura contabile e certificati dal SOSE e come se fosse considerato irrilevante il fatto che in larghe parti del nostro Paese servizi essenziali per la collettività sono e saranno sempre più messi a rischio.

Il Decreto Legge n. 50 “Disposizioni urgenti in materia finanziaria, iniziative a favore degli enti territoriali, ulteriori interventi per le zone colpite da eventi sismici e misure per lo sviluppo”, di recente approvazione, non dà risposte adeguate alla situazione. Il parlamento avrà l'opportunità in sede di conversione di introdurre le necessarie correzioni. A questo proposito, il Presidente si è rivolto ai parlamentari del nostro territorio per chiedere loro di sostenere in parlamento gli emendamenti presentati dall'UPI, che si allegano.

Documenti