Il Presidente
URPEL
posta certificata
RSS
mappa del sito
suggerimenti
accesso facilitato
 
ISTITUZIONE
 
Cantieri aperti: i lavori sulla viabilità e sul patrimonio edilizio
 
Albo 
Pretorio on-line

 
Trasparenza, valutazione e merito

SEZIONI
SCELTI PER VOI
Comuni
 Scegli il tuo percorso
Provincia di Piacenza
Sei il visitatore n░ 8725801
IN PRIMO PIANO
Comunicato del 28/09/2018
Clicca per ingrandire l'immagine SAN PROTASO, UNA ROTONDA AUMENTERA' LA SICUREZZA STRADALE
Lĺintervento avrÓ un costo di 290.000,00 euro


E' stato presentato nei giorni scorsi, in Provincia, il progetto per la realizzazione di una nuova rotatoria all'ingresso di San Protaso, lungo la strada provinciale n. 38 e la strada comunale della Pelosa.

Ad illustrare l’intervento che metterà in sicurezza l’attuale incroocio semaforico che regola il passaggio dei veicoli la Vice Presidente della Provincia Patrizia Calza con il Dirigente del servizio “Viabilità” Davide Marenghi e il sindaco di Fiorenzuola Romeo Gandolfi con l'assessore Brauner.

L’intervento, il cui progetto è stato elaborato dalla Provincia per far fronte ad una criticità segnalata dal Comune di Fiorenzuola e condivisa dall’Amministrazione, ha un costo di circa 290 mila euro e al momento rientra nella programmazione degli interventi previsti per il 2021.

“La messa in sicurezza di questo incrocio è un’esigenza che arriva direttamente dai cittadini - spiega il sindaco di Fiorenzuola Gandolfi – che tutti i giorni riscontrano la pericolosità di questo incrocio. Sottolineo inoltre, la disponibilità del proprietario, che ringrazio, che ha messo a disposizione il terreno senza arrivare all’esproprio permettendo di accorciare i tempi.”

“Attualmente il progetto è in fase di studio di fattibilità – spiega Marenghi – e dopo la sua formale approvazione verrà inserito nella prima annualità possibile, ossia il 2021. Si tratta di una rotonda di media grandezza con un diametro esterno di 30 metri, conforme alle normative vigenti e sufficiente a smaltire il traffico della zona”

“Se dovessero arrivare nuove risorse dal Governo e con il parere favorevole del Consiglio – conclude Patrizia Calza – i lavori potrebbero essere anticipati modificando la programmazione dell’Ente. Questo lavoro è il risultato della buona volontà e della preparazione dei tecnici, della buona collaborazione con il comune e dell’intenzione dell’Amministrazione di mettere in sicurezza punti critici della viabilità. Nonostante le difficoltà, non rinunciamo a progettare, meglio non perdere tempo.

Documenti