Il Presidente
URPEL
posta certificata
RSS
mappa del sito
suggerimenti
accesso facilitato
 
ISTITUZIONE
 
Cantieri aperti: i lavori sulla viabilità e sul patrimonio edilizio
 
Albo 
Pretorio on-line

 
Trasparenza, valutazione e merito

SEZIONI
SCELTI PER VOI
Comuni
 Scegli il tuo percorso
Provincia di Piacenza
Sei il visitatore n░ 8725824
IN PRIMO PIANO
Comunicato del 10/10/2018
Clicca per ingrandire l'immagine ISTITUTO TECNICO AGRARIO STATALE ôG. RAINERI ľ G. MARCORA' SOSTITUITI INFISSI E IMPIANTI DI ILLUMINAZIONE
Sopralluogo del Presidente Rolleri ieri al polo scolastico medio-superiore


Il Presidente della Provincia Francesco Rolleri, ha fatto visita ieri mattina all'istituto Tecnico Agrario Statale “G. Raineri – G. Marcora” di Piacenza per verificare di persona, insieme alla dirigente scolastica Teresa Andena, la conclusione dell'intervento di riqualificazione completato dall'Amministrazione.

I lavori hanno riguardato prevalentemente gli infissi e gli impianti di illuminazione. Intervento che ha comportato un investimento di circa 400mila euro per 560 metri quadri totali di serramenti sostituiti, con l’aggiunta di oscuranti e aperture elettriche.

L’intervento ha interessato gli infissi della palazzina destinata a segreteria, la vetrata d’ingresso e quelli del primo piano sia delle segreterie che dei servizi igienici. I nuovi serramenti sono costituiti da telai termici in alluminio, con vetri di sicurezza stratificati; nella palazzina delle aule, inoltre, il progetto ha riguardato anche la sostituzione dei vetri e dei sopraluci interni delle aule e dei laboratori posti al secondo piano.

“La riqualificazione di questo istituto – spiega Rolleri - rientra all’interno del programma di riqualificazione generale di tutti gli istituti scolastici di nostra competenza. Era un intervento prioritario, in considerazione dell’inadeguatezza della tenuta termica e del consumo energetico, che ha portato un miglioramento estetico e della sicurezza»

“Ringrazio la Provincia – ha precisato la dirigente scolastica dell'istituto Prof.ssa Teresa Andena – per l’impegno nel restituirci una struttura più moderna e per il conseguente miglioramento della qualità di vita degli studenti. Abbiamo un corpo docente di 300 insegnanti e 1600 studenti tra questa sede e quelle di Cortemaggiore, Castel San Giovanni e della casa circondariale. Il Campus è bellissimo ma cominciava a mostrare i suoi anni.”

“Per il 2019 – continua il presidente Rolleri – l'Amministrazione sta predisponendo, compatibilmente con le risorse a disposizione, un nuovo piano di investimenti per il miglioramento della sicurezza e la riqualificazione di edifici scolastici, segno della nostra particolare attenzione al mondo della scuola. Tali interventi rientrano all'interno di un piano più vasto di opere a favore della fruibilità degli edifici scolastici provinciali, anche da parte dell’utenza esterna”.

“I materiali utilizzati sono di ultima generazione, con infissi e serramenti dalle prestazioni elevate soprattutto dal punto di vista termico. Nel 2019 abbiamo in programma altri due interventi: il rifacimento dell’intonaco esterno con la coibentazione di uno degli edifici e il rifacimento della copertura della palestra, per un totale di circa 120mila euro”, ha puntualizzato l’ing. Stefano Pozzoli, dirigente del servizio Edilizia e Servizi tecnologici, Programmazione dei Lavori Pubblici della Provincia.

La visita è stata anche l’occasione per gli studenti delle redazioni del giornalino scolastico “Vite” per un’intervista al Presidente ed ai tecnici sulle funzioni della Provincia. Puntuali, curiosi e precisi Lorenzo De Maria, Filippo Malvermi, Serena Panizzari ed Edoardo Rossi hanno incalzato il Presidente con domande sulla legge Delrio e sull’impiego dei risparmi conseguiti con gli interventi di miglioramento degli edifici scolastici. Sarà un’edizione speciale del giornalino a rendicontare a tutti gli studenti del campus la loro intervista.

Tanta la soddisfazione espressa dagli studenti e dagli insegnanti partecipanti alla presentazione.

Al sopralluogo hanno preso parte anche l’Arch. Matteo Bocchi (direttore dei lavori) della Provincia e l’ing. Giorgio Ziliani dell’Istituto Agrario Raineri Marcora.