one, agenzia, ente, forza dell’ordine, …) e poi l’utente o gli utenti, nonché di indicare un referente unico per la firma.

L’operazione di accreditamento potrà essere agevolata tramite l’utilizzo del servizio PARIX (piattaforma di Accesso al Registro delle Imprese iscritte alla Camera di Commercio), avendo cura di utilizzare la partita IVA o, per imprese individuali, il codice fiscale. L’accreditamento sarà seguito dall’abilitazione da parte dell’Ente Provincia.

Non dovranno accreditarsi gli operatori che già utilizzano il programma (già in uso peraltro nelle regioni Friuli Venezia Giulia e Veneto e nelle Province di Trento, Bolzano e Roma).

Le imprese autorizzate digitalmente dovranno conservare a bordo del veicolo una copia cartacea dell’autorizzazione, per agevolare il controllo da parte delle forze dell’ordine tramite codice QR o per consentire la consultazione del TE online tramite il codice pratica o la targa dei veicoli autorizzati.

Le annotazioni dei viaggi e dei servizi di scorta non si potranno più registrare sulla stampa dell’autorizzazione, ma dovranno essere comunicate all’ente rilasciante tramite il TE online; solo i preavvisi di passaggio eventualmente richiesti dai proprietari delle strade potranno avvenire via fax.

Sul sito www.trasportoeccezionale.net sono disponibili le informazioni relative a TE online, compresi i vari video tutorial dedicati alle diverse categorie di utenti ed ai diversi utilizzi dell’applicativo; sullo stesso sito alla voce Contatti è possibile segnalare dubbi e richieste di informazioni.

Per eventuali problemi di operatività sul portale te on-line contattare l'assistenza tecnica all'indirizzo: support@trasportoeccezionale.net